Progetti

Filiera “Dal campo al piatto”

Investimenti

7 MLN €

Produzioni

50 K TONS

Soci

3.690

Progetto di Filiera

Nel 2006, il Consorzio CISA ha organizzato, redatto e presentato il Contratto di Filiera “ DAL CAMPO AL PIATTO”. Il Progetto di investimento di 7 MLN€ è stato promosso dal Consorzio CISA ed ha coinvolto Brio S.p.a., CO.VAL.P.A. Abruzzo, Associazione Marsicana Produttori di Patate (A.M.P.P.) sia in termini di dimensioni delle produzioni, con ca 50 mila tonnellate/anno, sia per la numerosità dei soci conferenti, con ca. 3.690 aziende agricole, e sia per la tipologia di investimenti strategici in fase di realizzazione.

La Filiera Cooperativa di Alta Qualità” vuole sperimentare una innovazione organizzativa dell’intera filiera ortofrutticola che, partendo dalla produzione, coinvolge la trasformazione e la distribuzione dei prodotti finiti in un medesimo progetto che ha come base la qualità dei prodotti, la sicurezza dei processi la tracciabilità sulla filiera ma che vede come principale innovazione: la programmazione della raccolta del prodotto sulla base degli ordini dei consumatori

Flussi e rappresentatività della Filiera in Italia:

scambi intrafiliera dal campo al piatto

COVALPA e AMPP rappresentano il principale fulcro di aggregazione della produzione primaria con aree produttive particolarmente vocate alle produzioni orticole.

Complessivamente il progetto coinvolgerà, direttamente e indirettamente, l’intera filiera produttiva composta da oltre 3.690 soci per circa 50 mila tonnellate di prodotto commercializzato tramite le società Brio e Coopdom, leader nel settore.

CISA si occupa del coordinamento di una delle filiere più innovative in Italia in termini di logistica, innovazione tecnologia e garanzia di qualità.

Obiettivi del progetto di Filiera

Gli obiettivi strategici del Contratto di Filiera “Dal campo al piatto” consistono nel:

  1. eliminazione di ogni intermediazione: rapporto diretto tra consumatori e produttori con ruolo centrale della GDO regolato da contratti di filiera trasparenti e certi
  2. eliminazione degli sprechi: programmazione della raccolta sulla base degli ordini on line dei consumatori, consegne ai consumatori nei Punti Vendita della GDO
  3. utilizzo delle nuove tecnologie: monitoraggio ordine, rintracciabilità prodotto nella filiera e interazione consumatori/produttori tramite nuove tecnologie RFID
  4. garantire la freschezza dei prodotti: consegna entro 48/72 ore dalla raccolta per i prodotti più deperibili

Le strategie

Tre le strategie fondanti del progetto per il conseguimento degli obiettivi soprariportati troviamo:

  1. Sottoscrizione di un contratto tra tutti i soggetti della filiera che fissa regole certe e trasparenti nei rapporti tra produttori, trasformatori e distributori
  2. Programmazione della raccolta, condizionamento, trasporto, consegna e vendita
  3. Innovazione organizzativa dell’ intero processo produttivo della filiera che utilizzi una unica piattaforma informatica a cui si dovranno collegare tutti gli operatori della filiera e gli stessi consumatori

COOPDOM

  • Misura 2, realizzazione di una piattaforma logistica distributiva per prodotti ortofrutticoli biologici 1,8 MLN €
  • Misura 3, certificazione di qualità, formazione e ricerche di mercato 0,2 MLN €
  • Misura 4 promozione di prodotti biologici 0,1 MLN €

CISA

  • Misura 3, certificazione di qualità, formazione e ricerche di mercato 1,9 MLN €
  • Misura 4 promozione di prodotti biologici 1 MLN €
  • Misura 5 ricerca su sistemi RFID per la tracciabilità dei prodotti e su nuove tecniche colturali della patata 0,2 MLN €

Il Contratto, denominato “Dal campo al piatto”, è destinato a:

LOGO CISA AGROFILIERE

C.I.S.A. – Soggetto Proponente del Progetto, responsabile del Coordinamento operativo.

COVALPA ABRUZZO

Associazione CO.VAL.P.A Soc. Coop. Agr. – Regione Abruzzo – L’O.P., che annovera 100 soci tra cooperative ed aziende agricole ai quali fanno capo circa 900 ettari di superficie orticola coltivata annualmente, si occupa della lavorazione dei prodotti orticoli surgelati. Gli investimenti, di oltre 21,7 MLN€, prevedono la realizzazione di un impianto agroindustriale di 22.500 mq. altamente tecnologico ed automatizzato adibito alla frigoconservazione, confezionamento e logistica, dotato di una capacità di stoccaggio complessiva di 20 mila tonnellate di prodotto.

ampp

Associazione Marsicana Produttori Patate Soc. Coop. Agr. – Regione Abruzzo – L’O.P A.M.P.P, che rappresenta 400 aziende agricole socie produttrici di patate IGP Fucino con ca. 700 ettari di superficie coltivata annualmente, si occupa della lavorazione, frigoconservazione e commercializzazione di patate destinate sia ad industrie di trasformazione che al mercato del fresco. Gli investimenti, di oltre 9 MLN€, verranno destinati per la realizzazione di uno stabilimento di stoccaggio e frigoconservazione allestito con attrezzature altamente tecnologiche. La nuova struttura, di 4.700 mq., con capacità di stoccaggio di 6 mila tonnellate, permetterà l’acquisizione di nuovi soci conferenti e, contestualmente, il raddoppio della produzione e la commercializzazione.

logo coopdom

COOP.DOM. – Terminale commerciale, responsabile dell’attività di piattaforma distributiva per la ristorazione (tramite CIR) e sui mercati del Centro-Sud e della Grande Distribuzione Organizzata

logo brio spa

BRIO SPA – L’ultima evoluzione del sistema Brio è avvenuta nel 2014, con l’entrata di Agrintesa Soc. Coop. Agricola, Alegra Soc. Coop. Agricola e Apo Conerpo ScA nella compagine sociale storica, nella quale rimane protagonista La Primavera Scarl, socio di maggioranza relativa. A Brio viene affidata la commercializzazione di tutto il prodotto biologico del gruppo. La nuova aggregazione è basata su un progetto di collaborazione a 360° che si propone di offrire nuovo slancio al biologico mediante orizzonti produttivi e commerciali più ampi e nuove opportunità di crescita per tutte le cooperative aderenti.