Progetti

Valorizzazione della patata e degli ortaggi italiani di qualità

Investimenti

50 MLN €

Produzioni

270 KTONS

Soci

1.100

Il Contratto di Filiera

progetti filiere agroalimentari, contratti di filiera, consulenza agronomica, creazione filiere, industria agroalimentare, psr, finanza agevolata, investimenti, pnrr, contratti di sviluppo, partnership, business plan
progetti filiere agroalimentari, contratti di filiera, consulenza agronomica, creazione filiere, industria agroalimentare, psr, finanza agevolata, investimenti, pnrr, contratti di sviluppo, partnership, business plan
progetti filiere agroalimentari, contratti di filiera, consulenza agronomica, creazione filiere, industria agroalimentare, psr, finanza agevolata, investimenti, pnrr, contratti di sviluppo, partnership, business plan
progetti filiere agroalimentari, contratti di filiera, consulenza agronomica, creazione filiere, industria agroalimentare, psr, finanza agevolata, investimenti, pnrr, contratti di sviluppo, partnership, business plan
Sintesi progetto

Nel gennaio 2018, il Consorzio CISA ha organizzato, redatto e presentato al Ministero delle Politiche agricole il Contratto di Filiera “Valorizzazione della patata e degli ortaggi italiani di qualità” per un totale di investimenti di 49,7 MLN€. La Filiera ha ottenuto, nel luglio 2020, il finanziamento del 100% degli investimenti presentati ed è stata concepita come aggregazione sinergica delle aziende agricole produttrici con le maggiori agroindustrie di trasformazione e commercializzazione di patate e ortaggi in Italia. Il Progetto di investimento è stato promosso dalla O.P. CO.VAL.P.A Abruzzo, che rappresenta una delle prime Organizzazione di Produttori di ortofrutta surgelata in Italia.

Flussi e rappresentatività della Filiera in Italia

SCAMBI VALORIZZAZIONE PATATE E ORTAGGI

I Soggetti Beneficiari dell’iniziativa hanno una forte rappresentatività nel contesto nazionale sia in termini di dimensioni delle produzioni, con ca.270 mila tonnellate all’anno, sia per il numero delle  aziende agricole associate, con ca. 1.100 associati cui fanno capo 4.700 HA di superficie coltivata, e sia per la tipologia di investimenti che coinvolgono 15 stabilimenti produttivi siti in Abruzzo, Emilia-Romagna e Puglia.

Flussi della Filiera: CO.VAL.P.A., PATFRUT e A.M.P.P. rappresentano i principali fulcri di aggregazione della produzione primaria pataticola ed orticola. Il CO.VAL.P.A. per quanto riguarda le produzioni abruzzesi e pugliesi, mentre PATFRUT si occupa della lavorazione degli scarti per la produzione della IV gamma. Agrifood rappresenta il main partner commerciale dato il suo peso su canali come la G.D.O. e l’Export.

PARLANO DI NOI: Articoli e Comunicati Stampa

Obiettivi del progetto di Filiera

Gli obiettivi strategici del Contratto di Filiera “Valorizzazione della patata e degli ortaggi italiani di qualità” consistono nel:

  1. Aumentare la remunerazione dei produttori agricoli associati;
  2. Aumentare la quantità di prodotti primari trasformati in surgelati e in quarta gamma;
  3. Aumentare l’acquisizione di prodotti primari all’ interno della filiera riducendo il ricorso agli acquisti extra filiera;
  4. Aumentare l’occupazione impiegata complessivamente nella filiera;
  5. Aumentare l’efficienza della filiera evitando la duplicazione dei costi della manodopera;
  6. Coordinare le attività commerciali di vendita del prodotto fresco tra i vari soggetti in modo da creare un gruppo in grado di avere una propria politica di marketing e di promozione per valorizzare la qualità dei propri prodotti.

I suddetti obiettivi sono incentrati sulla valorizzazione sia dei prodotti orticoli convenzionali che dei prodotti di qualità certificata BIO e I.G.P. e grazie al peso commerciale della Società Agrifood Abruzzo, storico partner della O.P. CO.VAL.PA., vengono assicurate la commercializzazione di surgelati ortofrutticoli in Italia e tramite il Gruppo multinazionale d’Arta, l’esportazione in oltre 60 nazioni.

Le strategie

Tre le strategie fondanti del progetto: l’integrazione, lo sviluppo e la valorizzazione dei prodotti commercializzati

La filiera è quindi finalizzata all’attuazione coordinata di una serie di interventi che hanno l’obiettivo di aggregare la produzione primaria delle patate e degli ortaggi di qualità, sviluppando un rapporto diretto con le industrie agroalimentari della filiera dedite alla surgelazione e alla quarta gamma. Al contempo, verranno coordinate le attività di commercializzazione del fresco al fine di realizzare un compatto gruppo nazionale in grado di competere anche a livello internazionale.

Il progetto, a valere sul IV Bando MIPAAF relativo ai Contratti di Filiera e di Distretto (principale strumento di sostegno alle politiche agroindustriali fortemente voluto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali) consentirà la realizzazione di investimenti complessivi per 49,7 MLN €. Oltre al finanziamento a tasso agevolato di Cassa Depositi e Prestiti e al finanziamento a tasso ordinario erogato ICCREA Banca S.p.a., per un totale 37,8 MLN €, si aggiungono i contributi a fondo perduto per ca. 11,8 MLN€ erogati dal MIPAAF a valere sul “Fondo Sviluppo e Coesione” quale Contributo in conto capitale.

Il finanziamento così accordato permetterà:

  • la realizzazione di tre nuovi impianti agroindustriali adibiti alla trasformazione, frigoconservazione, confezionamento e logistica in Abruzzo e Puglia con investimenti per oltre 31 milioni di euro;
  • la riconversione di uno stabilimento per la produzione di prodotti quarta gamma in Emilia-Romagna;
  • un forte potenziamento ed automatizzazione delle linee produttive;
  • la riorganizzazione dei processi di acquisto intrafiliera e di commercializzazione per massimizzare il valore aggiunto riconosciuto alle aziende agricole conferenti.

Il Contratto, denominato “Valorizzazione della patata e degli ortaggi italiani di qualità”, è destinato alle cooperative Associazione CO.VAL.PA Abruzzo, Patfrut, Associazione Marsicana Produttori di Patate (A.M.P.P) nonché all’Azienda Agricola Ciafardoni Luigi e, indirettamente, Agrifood Abruzzo in qualità di sottoscrittore dell’Accordo di Filiera.

COVALPA ABRUZZOAssociazione CO.VAL.P.A Soc. Coop. Agr. – Regione Abruzzo – L’O.P., che annovera 100 soci tra cooperative ed aziende agricole ai quali fanno capo circa 900 ettari di superficie orticola coltivata annualmente, si occupa della lavorazione dei prodotti orticoli surgelati. Gli investimenti, di oltre 21,7 MLN€, prevedono la realizzazione di un impianto agroindustriale di 22.500 mq. altamente tecnologico ed automatizzato adibito alla frigoconservazione, confezionamento e logistica, dotato di una capacità di stoccaggio complessiva di 20 mila tonnellate di prodotto.

 

agrifoodAgrifood Abruzzo – Regione Abruzzo – Il gruppo alimentare Agrifood – CO.VAL.PA ha alle sue spalle una storia che ne attesta la qualità e l’affidabilità. Di fatti, sin dal 1989 sette cooperative agricole si uniscono all’Associazione Marsicana dei Produttori di Patate (A.M.P.P. Sc.a.) e, con l’obiettivo di proporre al grande pubblico alimenti surgelati genuini e 100% italiani, danno vita alla Cooperativa CO.VAL.P.A Abruzzo. Il gruppo Agrifood – CO.VAL.PA è presente sul mercato con i propri marchi Passione Verde, I Grandi Panieri, Ortolandia, Fresco Verde e Le Patatose, proposti sia in formato: Retail, Foodservice (Ho.Re.CA) e per le industrie di trasformazione. Nell’anno 2019 pre-COVID19, uno dei principali segmenti di mercato, in cui Agrifood era maggiormente presente, era appunto il settore HO.RE.CA con circa il 40% delle vendite, a seguire la G.D.O nazionale con circa il 30%) e le Industrie di Trasformazione con circa il 30%, per un totale di circa 334 mila quintali venduti e un fatturato di circa 35 milioni di euro.

patfrutPatfrut Soc. Coop. Agr. – Regione Emilia-Romagna – La Cooperativa,  grande impresa nel settore agroindustriale ortofrutticolo di qualità in Italia, annovera 592 soci tra cooperative ed aziende agricole con una superficie coltivata di ca. 3.095 ettari. Gli investimenti, di oltre 17,6 MLN€, saranno volti principalmente all’acquisto e alla ristrutturazione di uno stabilimento produttivo e alla riconversione e all’ammodernamento di un impianto agroindustriale per la trasformazione di prodotti ortofrutticoli in quarta gamma.

 

amppAssociazione Marsicana Produttori Patate Soc. Coop. Agr. – Regione Abruzzo – L’O.P A.M.P.P, che rappresenta 400 aziende agricole socie produttrici di patate IGP Fucino con ca. 700 ettari di superficie coltivata annualmente, si occupa della lavorazione, frigoconservazione e commercializzazione di patate destinate sia ad industrie di trasformazione che al mercato del fresco. Gli investimenti, di oltre 9 MLN€, verranno destinati per la realizzazione di uno stabilimento di stoccaggio e frigoconservazione allestito con attrezzature altamente tecnologiche. La nuova struttura, di 4.700 mq., con capacità di stoccaggio di 6 mila tonnellate, permetterà l’acquisizione di nuovi soci conferenti e, contestualmente, il raddoppio della produzione e la commercializzazione.

Azienda Agricola Ciafardoni Luigi – Regione Puglia – L’azienda agricola, con una dimensione di ca. 68 ettari, dal 2010 è socia conferente del CO.VAL.P.A Abruzzo, si è specializzata nella produzione orticola biologica destinata prevalentemente all’industria di trasformazione e surgelazione. Gli investimenti, di ca. 1 MLN€, permetteranno la realizzazione di un magazzino per la prima lavorazione degli ortaggi e la loro frigoconservazione.

“Sante Del Corvo, Direttore della Società CO.VAL.P.A Abruzzo capofila della Filiera, ringrazia il Ministero delle Politiche Agricole per aver accolto e finanziato il Contratto di Filiera ideato e costruito dalle cooperative agricole di produzione, trasformazione e commercializzazione abruzzesi, emiliano-romagnole e pugliesi, che si sono unite per aumentare il valore aggiunto e il reddito degli agricoltori associati. Un investimento di c.a 50 milioni di euro che sarà sostenuto dagli agricoltori associati e genererà nuova occupazione per 210 unità consolidando le oltre 1.100 aziende agricole aderenti al progetto ed i 750 posti di lavoro delle cooperative agroindustriali coinvolte.”

“Roberto Cera, Presidente di Patfrut, si accoda ai ringraziamenti di Sante Del Corvo al Ministero delle Politiche Agricole sottolineando l’importanza degli investimenti finanziati che verranno sostenuti al fine di efficientare i processi e valorizzare i prodotti di scarto attraverso la IV gamma generando in questo modo maggiore valore per i produttori delle aziende agricole conferenti.”

“Come Gruppo Iccrea siamo orgogliosi di aver contribuito alla finalizzazione di questo contratto – ha aggiunto Carlo Napoleoni, Direttore Generale di Iccrea BancaImpresa – perché nel particolare e complesso momento che stiamo attraversando, dobbiamo veicolare tutte le nostre energie per far ripartire al meglio il made in Italy e, soprattutto, tutelare la biodiversità che maggiormente rappresenta l’inestimabile ricchezza e varietà del nostro settore agricolo. Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, con Iccrea BancaImpresa, vanta una profonda esperienza sul fronte dei contratti di filiera che, operazione dopo operazione, insieme alle BCC vogliamo mettere a disposizione dei diversi attori dello sviluppo del territorio”.

“La finalizzazione dei contratti di finanziamento della filiera “Valorizzazione della patata e degli ortaggi italiani di qualità”, è motivo di grande orgoglio per CDP sia per il sostegno fornito ad un comparto d’eccellenza del nostro settore agricolo sia per l’importanza di continuare a favorire gli investimenti produttivi, ancor di più in questa fase di incertezza economica”, ha dichiarato Nunzio Tartaglia, Responsabile Divisione CDP Imprese. “L’iniziativa, peraltro, si colloca nell’ambito di una collaborazione sempre più proficua tra CDP, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e il sistema bancario, con interventi a sostegno di diversi comparti dell’agricoltura italiana”.

“Questo accordo va a coronamento di un percorso pluriennale avviato da BCC Roma con i produttori agricoli della Marsica che ha visto la banca costantemente al loro fianco, per sostenere dal punto di vista creditizio gli operatori e le loro organizzazioni di categoria locali”, ha dichiarato inoltre Francesco Liberati, Presidente di BCC Roma.

“Per uscire dalla crisi servono innovazione e qualità. Questo accordo va proprio in questa direzione, valorizzando un settore come quello agroalimentare che è decisivo per l’economia emiliana e dell’intero Paese e che da sempre rappresenta un punto di forza che riserviamo al nostro territorio di riferimento” ha commentato inoltre Daniele Ravaglia, Direttore Generale di Emil Banca.

“Il finanziamento di questo importante progetto di filiera è la dimostrazione della grande attenzione riservata al mondo dell’agricoltura da parte del Gruppo Iccrea. In particolare, il Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese esprime soddisfazione per un risultato frutto della intensa collaborazione esistente tra la nostra Banca ed il mondo dell’agricoltura, eccellenza del nostro territorio.” Ha concluso Gianluca Ceroni, Direttore Generale de LA BCC.